L’OsDev in Italia – Ovvero uno sguardo agli OS amatoriali nel belpaese Parte 2

Riprendiamo la nostra storia da dove ci eravamo fermati, con la carrellata di OS amatoriali che sono nati, cresciuti, morti e/o sopravvissuti in italia, negli ultimi 10 anni. per chi se lo fosse perso vi rimando alla prima puntata: http://www.osdev.it/?p=103.

Quindi ci siamo fermati ad Osso. Ma gli OS in quegli anni continuavano a svilupparsi, e fu cosi che nacque un nuovo sistema, questa volta nato da uno studente universitario ( un certo Andrea Righi che probabilmente nel frattempo si sara’ anche laureato), per un esame; si trattava di MiniRighi. Sviluppato anche per diversi anni, fino intorno al 2008. Caratteristiche del sistema sono:

  • Essere multithread
  • Codice sorgente scritto in modo da essere chiaramente e facilmente leggibile da chiunque (a detta dell’autore 🙂 )
  • Supporta alcuni file system quali fat12 e ext2
  • Supporto base per lo stack tcp/ip.

Continua a leggere L’OsDev in Italia – Ovvero uno sguardo agli OS amatoriali nel belpaese Parte 2

L’OsDev in Italia – Ovvero uno sguardo agli OS amatoriali nel belpaese Parte 1

Bene chi si occupa di osdev, o comunque e’ appassionato all’argomento dei sistemi operativi ha spesso sentito parlare di progetti di OS alternativi come Haiku-Os, AROS, ReactOs, Syllable, e forse anche di VisOpSys, etc. Tutti questi progetti sono accomuntati dal fatto di essere progetti minori rispetto ai piu famosi linux, *BSD, Hurd, etc, ma di essere supportati comunque da una discreta comunita’ di utenti e di sviluppatori. Ma se ci spingiamo oltre nel panorama dell’osdev e cerchiamo progetti minori, troviamo una grandissima quantita di progetti amatoriali da tutte le parti del mondo spesso anche con caratteristiche interesasnti per essere progetti portati avanti da 1-2 persone,. Alcuni progetti che possono venire in mente sono: MenuetOS, VisOpSys (questo particolarmente interessante perche e’ il progetto di una sola persona che lo sviluppa da una decina di anni, e oramai arrivato ad avere una discreta quantita’ di features. Con una gui completa, un tool di partizionamento, etc), un altro progetto non opensource ma interessante era SkyOs che aveva ottime potenzialita’ e sembrava veramente essere un buon OS, purtroppo lo sviluppatore ad un tratto si e’ stancato e il progetto oramai giace li morto, in quanto i sorgenti non sono stati rilasciati. Poi se andiamo a cercare a livelli ancora piu piccoli allora scopriamo che ci troviamo di fronte ad un microcosmo di progetti che nascono e muoiono nel mondo.

Continua a leggere L’OsDev in Italia – Ovvero uno sguardo agli OS amatoriali nel belpaese Parte 1